Polizia di Stato e Cassa Depositi e Prestiti siglano accordo per la sicurezza informatica

Polizia di Stato e Cassa Depositi e Prestiti siglano accordo per la sicurezza informatica

Roma, 10 luglio 2019 - E’ stato siglato a Roma un accordo tra Polizia di Stato e Cassa depositi e prestiti (CDP) volto a favorire la sicurezza informatica dei sistemi e dei servizi informativi.

La convenzione - firmata dal Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli e dall’Amministratore Delegato di CDP Fabrizio Palermo - rientra nell’ambito delle direttive impartite dal Ministro dell’Interno per il potenziamento dell’attività di prevenzione della criminalità informatica attraverso la stipula di accordi con gli operatori che forniscono prestazioni essenziali.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni è, infatti, quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della rete informatica delle strutture di livello strategico per l’Italia attraverso il Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche.

CDP è l’Istituto Nazionale di Promozione che da 170 anni custodisce il risparmio degli italiani e lo investe nello sviluppo del Paese. Il tema della tutela dei dati risulta prioritario poiché CDP garantisce la protezione di informazioni sensibili che riguardano l’erogazione di servizi finanziari - sia per le imprese che per la Pubblica Amministrazione - e le attività di gestione di informazioni relative ad asset e partecipazioni strategiche. La sicurezza informatica e delle infrastrutture fisiche e digitali è al centro delle attività che ogni giorno Cassa depositi e prestiti svolge al servizio del Paese.



Polizia dello Stato e CDP insieme per la sicurezza informatica

In questo contesto, Polizia di Stato e CDP si impegnano a

  • condividere e analizzare informazioni idonee a prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture informatiche di CDP;
  • segnalare emergenze causate da minacce e incidenti ai servizi di telecomunicazione;
  • identificare l’origine degli attacchi contro infrastrutture critiche del Paese, con possibile ricaduta sulle reti gestite da CDP;
  • realizzare e gestire un flusso di comunicazione per fronteggiare eventuali situazioni di crisi.


L’accordo rappresenta una tappa significativa nella collaborazione tra le due istituzioni. Questo progetto, in considerazione dei rischi derivanti dalle minacce informatiche, risulta essere uno strumento importante per la realizzazione di un efficace sistema di contrasto al cybercrime, basato sulla condivisione informativa e sulla cooperazione operativa. Alla firma della convenzione erano anche presenti, per il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, il Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Armando Forgione e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni Nunzia Ciardi; per Cassa Depositi e Prestiti S.p.A il Vice Direttore Generale e Chief Legal Officer Alessandro Tonetti, il Chief External Relations & Sust. Officer Davide Colaccino e il Responsabile Protezione Aziendale Michele Leone.

Documenti correlati